L’Alba di Morrigan – I’m Gold, I’m God

Tempo di lettura: 1 Minuto

Nove anni d’attesa per il nuovo full lenght de L’Alba di Morrigan, band piemontese che aveva tanto ben impressionato con “The Essence Remains”. Un’attesa pienamente ripagata.

“I’m Gold, I’m God” (My Kingdom Music) in buona sostanza prosegue sul sentiero sonoro imboccato dalla band nel 2012. Un sentiero oscuro, che si addentra in un paesaggio onirico ed ipnotico tanto potente quanto delicato.

Una Via Crucis lenta e decadente, 12 stazioni percorse senza croci referenziali sulle spalle.

Ovvero, le influenze Katatoniche ed ├ćnimiste sono epigrafi inserite qua e la all’inizio dei capitoli di un audiolibro autentico ed estroso, nel quale potrei giurare di cogliere persino echi delle melodie dei Bardi.

Una brezza post apocalittica nella quale soffiano il rumore del metallo e la quiete della seta. Roba da quattro stelle e mezza.

L’Alba di Morrigan

hai gradito la lettura? passa parola:

SCRIVIMI DUE RIGHE

Vorreste partecipare ad un’interMista? Vi piacerebbe che il vostro disco fosse commentato sulle pagine di Cattive Abitudini?