Bush – The Kingdom

Bush - The Kingdom 200
Tempo di lettura: 1 Minuto

Questa sarà una breve riflessione, più che un appunto, su una grande band. Negli anni ’90 ai BUSH si rimproverava di scimmiottare spudoratamente i Nirvana e su di loro aleggiavano sospetti di arrivismo, grazie – si fa per dire – ai quali i più si convinsero che la band inglese facesse null’altro che cavalcare l’onda commerciale del momento. Personalmente sono mai stato d’accordo. Certo, il suono di Seatlle faceva parte delle loro influenze, ma chi non ne ha? Suonavano un grunge piuttosto melodico e non poi così “sporco”, il che casomai li rendeva “originali” per quei tempi. Dopo la reunion sono un po’ spariti dal mio radar, a parte Man On The Run del 2014 che non mi piacque molto. Questo The Kingdom, invece, è aggressivo, ha un tiro micidiale senza rinunciare alle melodie – a volte malate, altre in effetti un po’ pop – che li hanno sempre distinti. Un album potente che si lascia ascoltare e canticchiare e che soprattutto non stanca. Cosa chiedere di più? I “reietti” del grunge sono tornati alla grande, con buona pace dei guardinghi.

Bush sono un gruppo musicale inglese attivo dal 1992. La loro formazione attuale è composta dal… continua su Wikipedia

hai gradito la lettura? passa parola: